Next Section

Previous Section

 
 dimonio...........1
Caron dimonio, con occhi di bragia 109 INFERNO 03
 
 dimora............11
Quando s'accorse d'alcuna dimora 070 INFERNO 10
cortesia e valor dì se dimora 067 INFERNO 16
per sua dimora; onde a guardar le stelle 050 INFERNO 20
né, sì chinato, lì fece dimora, 144 INFERNO 31
Or che di là dal mal fiume dimora, 088 PGTORIO 01
che va col cuore e col corpo dimora. 012 PGTORIO 02
già mai non fui; ma dove si dimora 122 PGTORIO 08
qua giù dimora e qua sù non ascende, 129 PGTORIO 11
si fa però che queto non dimora. 072 PGTORIO 13
alcun buon frutto di nostra dimora». 090 PGTORIO 17
Tu sai ch'el fece in Alba sua dimora 037 PRADISO 06
 
 dimorando.........1
ch'aver si può diletto dimorando». 063 PGTORIO 07
 
 dimoro............1
domandò 'l duca mio sanza dimoro: 078 INFERNO 22
 
 dimorò............1
Per sua difalta qui dimorò poco; 094 PGTORIO 28
 
 dimostra..........6
dissi: «Maestro mio, or mi dimostra 037 INFERNO 07
ch'entro l'affoca le dimostra rosse, 074 INFERNO 08
né si dimostra mai che per effetto, 053 PGTORIO 18
La spera ottava vi dimostra molti 064 PRADISO 02
Or dirai tu ch'el si dimostra tetro 091 PRADISO 02
colui che mi dimostra il primo amore 038 PRADISO 26
 
 dimostrami........1
E io a lui: «Dimostrami e dichiara, 091 INFERNO 28
 
 dimostran.........1
e nove Muse mi dimostran l'Orse. 009 PRADISO 02
 
 dimostrando.......1
dimostrando di più alto tribo 130 PGTORIO 31
 
 dimostraro........4
Qui ti posò, ma pria mi dimostraro 061 PGTORIO 09
mi dimostraro che nostra giustizia 116 PRADISO 18
e tutti e sette mi si dimostraro 148 PRADISO 22
fissi ne l'orator, ne dimostraro 041 PRADISO 33
 
 dimostrato........2
«Tra tutto l'altro ch'i' t'ho dimostrato, 085 INFERNO 14
non dimostrato, ma fia per sé noto 044 PRADISO 02
 
 dimostrazion......1
ogne dimostrazion mi pare ottusa». 096 PRADISO 24
 
 dimostri..........3
che mi dimostri amore, a cui reduci 014 PGTORIO 18
dimmi che è cagion per che dimostri 110 PGTORIO 26
E io a lui: «L'affetto che dimostri 052 PRADISO 22
 
 dimostrommi.......1
un lampeggiar di riso dimostrommi?». 114 PGTORIO 21
 
 dinanzi...........64
e non mi si partia dinanzi al volto, 034 INFERNO 01
dinanzi a li occhi mi si fu offerto 062 INFERNO 01
Quando sarò dinanzi al segnor mio, 073 INFERNO 02
DINANZI A ME NON FUOR COSE CREATE 007 INFERNO 03
e s'e' furon dinanzi al cristianesmo, 037 INFERNO 04
E vo' che sappi che, dinanzi ad essi, 062 INFERNO 04
che vien dinanzi ai tre sì come sire: 087 INFERNO 04
li vien dinanzi, tutta si confessa; 008 INFERNO 05
Sempre dinanzi a lui ne stanno molte: 013 INFERNO 05
dinanzi a la pietà d'i due cognati, 002 INFERNO 06
dinanzi mi si fece un pien di fango, 032 INFERNO 08
dinanzi polveroso va superbo, 071 INFERNO 09
fuggir così dinanzi ad un ch'al passo 080 INFERNO 09
ch'io facëa dinanzi a la risposta, 071 INFERNO 10
dinanzi quel che 'l tempo seco adduce, 098 INFERNO 10
«quando sarai dinanzi al dolce raggio 130 INFERNO 10
Quel dinanzi: «Or accorri, accorri, morte!». 118 INFERNO 13
monta dinanzi, ch'i' voglio esser mezzo, 083 INFERNO 17
perché 'l veder dinanzi era lor tolto. 015 INFERNO 20
n'andavam l'un dinanzi e l'altro dopo, 002 INFERNO 23
dinanzi a li occhi, fatte de la taglia 062 INFERNO 23
e 'l capo, ed eran dinanzi aggroppate. 096 INFERNO 24
ribadendo sé stessa sì dinanzi, 008 INFERNO 25
dinanzi a l'uno, e tutto a lui s'appiglia. 051 INFERNO 25
Dinanzi a me sen va piangendo Alì, 032 INFERNO 28
prima ch'altri dinanzi li rivada. 042 INFERNO 28
dinanzi l'altro e dietro il braccio destro 087 INFERNO 31
s'avea messi dinanzi da la fronte. 033 INFERNO 33
verso di noi; però dinanzi mira», 002 INFERNO 34
L'una dinanzi, e quella era vermiglia; 039 INFERNO 34
A quel dinanzi il mordere era nulla 058 INFERNO 34
d'alcuna nebbia, andar dinanzi al primo 098 PGTORIO 01
rotto m'era dinanzi a la figura, 017 PGTORIO 03
solo dinanzi a me la terra oscura; 021 PGTORIO 03
Come color dinanzi vider rotta 088 PGTORIO 03
qual va dinanzi, e qual di dietro il prende, 005 PGTORIO 06
dinanzi a noi pareva sì verace 037 PGTORIO 10
Dinanzi parea gente; e tutta quanta, 058 PGTORIO 10
dinanzi a me, Toscana sonò tutta; 110 PGTORIO 11
quivi dinanzi a me esser percosso; 023 PGTORIO 15
e due dinanzi gridavan piangendo: 099 PGTORIO 18
L'altra prendea, e dinanzi l'apria 031 PGTORIO 19
poco dinanzi a noi ne fu; per ch'io 083 PGTORIO 19
dinanzi a noi chiamar così nel pianto 020 PGTORIO 20
Elli givan dinanzi, e io soletto 127 PGTORIO 22
dinanzi a me del sol ch'era già basso. 066 PGTORIO 27
E tu che se' dinanzi e mi pregasti, 082 PGTORIO 28
dinanzi a noi, tal quale un foco acceso, 034 PGTORIO 29
ma dinanzi da li occhi d'i pennuti 062 PGTORIO 31
posto t'avem dinanzi a li smeraldi 116 PGTORIO 31
dinanzi a suo maggior parlando sono, 026 PGTORIO 33
chi va dinanzi a gente per iscorta 107 PGTORIO 33
Dinanzi ad esse Ëufratès e Tigri 112 PGTORIO 33
dinanzi a l'acqua che ritorna equale. 015 PRADISO 02
dinanzi a li occhi, tal che per te stesso 092 PRADISO 04
ove dinanzi dissi: ''U' ben s'impingua", 025 PRADISO 11
e dinanzi a la sua spirital corte 061 PRADISO 11
dinanzi al mio venir fu sì cortese. 111 PRADISO 12
che quel dinanzi a quel di retro gitta; 117 PRADISO 12
Parea dinanzi a me con l'ali aperte 001 PRADISO 19
dinanzi al battezzar più d'un millesmo. 129 PRADISO 20
onde mei che dinanzi vidi poi; 079 PRADISO 26
Dinanzi a li occhi miei le quattro face 010 PRADISO 27
dinanzi a lei le sue ali distese. 096 PRADISO 32
 
 dindi.............1
anzi che tu lasciassi il 'pappo' e 'l 'dindi', 105 PGTORIO 11
 
 dinne.............3
in questi nocchi; e dinne, se tu puoi, 089 INFERNO 13
dinne s'alcun Latino è tra costoro 088 INFERNO 29
Dinne com' è che fai di te parete 022 PGTORIO 26

Next Section

Top of Section